Elementi in acciaio - DW5

     

Single Image

 

     

I moduli inerenti le strutture in acciaio costituiscono una delle grandi sezioni del programma DOLMEN e sono:

Verifica aste in acciaio
Distinta profili
Sezioni utente
Disegno telaio
Verifica nodi

 

Le strutture in acciaio, a fronte di una difficoltà di calcolo ridotta rispetto al calcestruzzo armato, presentano un'infinità di varianti esecutive. DOLMEN permette di verificare aste e lamiere in acciaio sia con il metodo degli stati limite (calcolo al limite elastico) sia con il metodo delle tensioni ammissibili (per mantenere la compatibilità con le Normative meno recenti) e di calcolare i collegamenti più tipici grazie ad una libreria di nodi incrementata di versione in versione.

 

In Verifica aste è possibile utilizzare sezioni aventi forma standard (rettangolare, a "L", a "T", ecc.), oppure sezioni attinte da un ampio profilario o ancora sezioni create a cura dell’utente tramite disegno o per aggregazione di profili esistenti. Attraverso un modulo appositamente dedicato, Sezioni utente ne vengono, infatti, automaticamente determinate le proprietà inerziali ed i coefficienti di taglio e torsione nei punti significativi.
A partire dal modello tridimensionale della struttura, creato nel CAD 3D Struttura, è possibile eseguire una selezione delle aste da verificare in funzione di molti parametri: materiale, colore, tipo di sezione, tipo di profilo,... I criteri di selezione possono anche essere memorizzati e utilizzati nuovamente in caso di aggiornamenti applicati.

Le verifiche vengono svolte secondo le NTC 2008 e la CNR10011/1985 e nel rispetto dell’Ord. 3431/2005 computando 6 componenti di sollecitazione ed eseguendo i controlli d’instabilità globale dell'asta. La relazione redatta da Verifica aste riporta il sestetto di sollecitazioni peggiore tra quelli analizzati e le tensioni con l’indicazione del massimo per ogni componente. Il modulo Verifica aste fa sì che nel CAD 3D Struttura sia possibile avere rappresentazioni a mappatura di colore delle tensioni s e t, della tensione ideale, delle tensione per instabilità e della percentuale di sfruttamento.

DOLMEN è stato scelto per il calcolo strutturale di ponteggi da PON CAD (prodotto da MEC CAD), potente programma grafico per la progettazione professionale di qualsiasi tipo di ponteggio in modalità 3D, che genera direttamente il modello strutturale del ponteggio in DOLMEN.

 

Il modulo Distinta profili redige una tabella riassuntiva dei pezzi presenti nella struttura catalogandoli per materiale, sezione e lunghezza; questo grafico è esportabile in .dxf ed in formato leggibile da ®Excel. Infine Distinta profili permette di eseguire un computo della struttura evidenziando i profili in gioco, i pesi, la superficie verniciabile, ecc.

 

Il modulo Disegno telaio traccia lo schema delle aste appartenenti ad un certo gruppo (tipicamente un telaio piano). Qui sono poi rappresentati gli ingombri dei vari profili con l'indicazione della sezione e del numero di ciascun nodo, quest’ultimo è riportato anche nelle tavole dei collegamenti in modo da avere un riscontro immediato tra tavole generali e collegamenti.

 

Verifica nodi tratta numerose tipologie di unione; tra i nodi analizzati troviamo intersezioni colonna-trave e trave-trave (incernierate o incastrate), attacchi colonna-plinto, giunti a coprigiunto e nodi di trave reticolare.
Ogni modulo è dedicato ad una specifica tipologia di nodo e ad essa soltanto è applicabile per intero, ma nulla vieta di sfruttare i calcoli o i disegni in modo parziale, nel caso di nodi non perfettamente coincidenti con la tipologia proposta.

Single Image

Vedi tutti i collegamenti

 

 

 

Single Image

Single Image

Single Image

Single Image

 

La definizione geometrica del nodo avviene attraverso l’inserimento da parte dell’utente delle dimensioni degli elementi di collegamento (squadrette, coprigiunti, piastre, ecc.) e del numero, della posizione e del diametro degli eventuali bulloni presenti. Per quanto riguarda le sezioni delle aste convergenti nel nodo, è possibile operare una scelta da profilario, oppure importare le sezioni dall’ambiente grafico tridimensionale indicando a quale nodo della struttura il nodo in realizzazione fa riferimento. Lo stesso principio regola l’acquisizione delle sollecitazioni agenti, che possono essere inserite dell'utente oppure importate dalla fase di calcolo, indicando da quali nodi della struttura effettuare l’importazione. In questo modo è possibile verificare contemporaneamente tutti i nodi corrispondenti alla tipologia in esame presenti nella struttura. Inoltre è anche possibile verificare un nodo in assenza di un contesto strutturale.

 

Una funzione automatica consente di dimensionare le piastre e altri elementi sulla base dei parametri geometrici di contorno.

È sempre possibile salvare i dati geometrici necessari a definire un nodo, come è possibile attingere da nodi salvati in precedenza per definire nuovi nodi. Per tutte le unioni viene fornita una tavola esecutiva, in cui sono presenti le tre viste quotate ed i particolari degli elementi di collegamento, esportabile in .dxf, e la relazione di calcolo con le classiche verifiche a tranciamento dei bulloni, a rifollamento delle piastre, ecc…

 

Sono disponibili visualizzatori tridimensionali che consentono di comprendere meglio gli ingombri dei diversi elementi che compongono il collegamento; si aggiornano automaticamente ad ogni modifica dei dati inseriti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CDM DOLMEN e omnia IS srl - P. IVA 06965140012 - Via Drovetti 9F, 10138 Torino

Tel.: 011 4470755 - Fax: 011 4348458 - mail:dolmen@cdmdolmen.it

Seguici su:

Guarda i nostri video su YouTube